La placca dentale: come si forma e come si combatte

La placca dentale, comunemente detta patina dentaria o placca batterica è una sostanza abbastanza appiccicosa e di aspetto lattiginoso che si annida assai rapidamente sulla superficie dei denti.

È fra i peggiori nemici della nostra bocca e della salute dei nostri denti. Si deposita assai rapidamente negli spazi interdentali, nelle irregolarità dello smalto, nelle superfici occlusali o in prossimità delle gengive.

I germi che la costituiscono sono tenacemente adesi fra loro e sulle superfici dentali. In questo modo riescono, con una certa velocità, a far scaturire carie e parodontopatie.

La placca dentale. Come si forma?

La placca dentale si forma in modo assai complesso. Innanzitutto, con una pellicola asettica formata da sostanze idrofobe e macromolecole. In questa prima fase la pellicola non ha una vera e propria struttura.

La presenza di questa struttura sui nostri denti provoca con velocità ed aggressività un’alterazione della superfice del dente favorendo l’adesione batterica. Fra i batteri più comuni ci sono gli streptococchi. Questi batteri si manifestano generalmente con arrossamento della gola, ovviamente con la presenza della placca batterica, con il rigonfiarsi dei linfonodi e delle tonsille. Oltre a mal di testa e febbre.  La loro azione sui denti è veloce e continua.

La moltiplicazione di questi batteri poi, porta ad un ispessimento della placca dentale che si arricchisce di sostanze salivari ed altro materiale cellulare. Queste sostanze estremamente acide irritano e corrodono tutto ciò con cui vengono a contatto. Quindi anche i nostri denti. Questa corrosione fa perdere compattezza allo smalto, lo rende friabile facendogli perdere il suo potere protettivo.

Dalla placca dentale al tartaro il passo è breve…

La placca batterica dovrebbe essere completamente rimossa mediante una corretta igiene orale, ma se ciò non avviene si mineralizza trasformandosi in tartaro. Questo deposito predispone i nostri denti alla malattia parodontale.

Per evitare tutto ciò e bene quindi usare al meglio spazzolino e filo interdentale per scongiurare placca dentale e tartaro ed i guai a cui i nostri denti andrebbero incontro.

Lo spazzolino va usato dopo tutti i pasti, ma soprattutto dopo cena. I batteri durante il nostro riposo hanno campo libero nella loro azione corrosiva.

Qualche utile consiglio…

Lavate i denti almeno tre volte al giorno. Preoccupatevi anche di lavare la lingua perché i batteri si depositano anche li.

Cambiate lo spazzolino ogni 3-4 mesi e poi fate una detratarsi almeno ogni 6 mesi. 

Così vi garantirete denti sani, bianchi e solidi.

se hai bisogno di un consiglio vieni a trovarci…

No Comments Yet

Comments are closed

STUDIO MEDICO DOTT. SCIPPA

Il nostro Centro di Medicina Estetica e di Odontoiatria è il frutto di studi, specializzazioni e aggiornamenti continui per essere sempre in grado di soddisfare le esigenze curative ed estetiche.

Offriamo un ambiente rilassante in modo da predisporre le migliori condizioni al paziente. Tutto è improntato alla qualità ed alla soddisfazione, alla garanzia ed alla durata nel tempo.

CHIAMA ORA:

Tel.: +39 06 40 50 19 80

STUDIO MEDICO DOTT. SCIPPA

SEGUICI SU:

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Per ricevere suggerimenti, pareri medici e “sconti last minute” per l’igiene orale e la medicina estetica.